…e due

il lory doveva sposarsi il 24 luglio.

e invece si sposa il 17 giugno. no, non possiamo fargliela passare liscia.
ok, avremmo organizzato comunque una festa di addio al celibato, ma con questo cambio di date serve fantasia, intuizione, colpo d’occhio ma soprattutto rapidità di esecuzione.

avevamo già un’idea di massima da mettere in pratica: una biciclettata verso una discoteca lontanissima.
teniamo le bici, andiamo in un locale all’aperto molto più vicino, disco-bar molto di tendenza, al limite della fighetteria riunita, ma non possiamo fare diversamente.

cerchiamo un complice: gabry, il fratello dello sposo, almeno abbiamo l’aggancio che è già all’interno dell’organizzazione famigliare. ci pensa lui a creare le condizioni ed i presupposti per tenerlo libero per la sua nottata. avvisiamo anche la futura sposa sul nostro piano, promettendole che non saremmo andati a donne di malaffare. io preparo le biciclette. il teo si è aggiunto alla serata perchè, per puro caso, passava di qui, sulla strada per londra. vuolsì così colà.

però poi una volta arrivati al locale, che si fa?
lo costringiamo a bere e basta. no, mai essere banali. ok, facciamo una caccia al tesoro: creiamo un elenco di cose materiali e non, il promesso sposo le deve trovare o almeno dimostrarci che le hai trovate. per ogni oggetto, se vince beviamo noi, se no beve lui. l’idea è mia, il curzo l’ha sviluppata come meglio non si poteva fare:
– 5 ragazze per fare una foto
– un tampax possibilmente non usato
– una cannuccia di 1 metro
– un biscotto inzuppato
– 5 sigarette di marche diverse
– un’oncia di chicchi di caffe
– un cane delle dimensioni di una borsetta
– una benda
– una gonna a pois (con proprietaria all’interno)
– qualcuno che racconti una barzelletta sporca
– un idolo pagano
– un libro usato
– un tanga nero
– una sculacciata a mo’ di bimbo piccolo
– una ragazza che spieghi la cavalcata normanna
– una quarta abbondante
– il senso della vita
– un cervello
– il telecomando del maxischermo del locale
…e altre che ora non ricordo perchè ho perso l’elenco…
sapevo di essermi rivolto alla persona giusta.

siamo arrivati al locare che andrea e ruggero, per un altro puro caso da quelle parti con un furgone a noleggio ma in pieno delirio da A-Team, ci stavano aspettando. 5 minuti prima di noi erano arrivate due limousine cariche di diciannovenni che festeggiavano un compleanno. noi in bici abbiamo fatto la figura dei barboni ma, who cares?

il telecomando l’ha trovato, anche le 5 ragazze per la foto. sigaretta e gonna a pois no, l’idolo pagano non gliela abbiamo data buona perchè era meglio farlo bere, la ragazza che sapeva la cavalcata normanna sì e ci siamo presentati tutti perchè eravamo già belli carichi di alcool. una quarta abbondante no (ed è stato stranissimo), un’oncia di chicchi di caffè l’ha chiesta al barista che gliel’ha data ma a condizione che bevesse rhum liscio. ma il top è stata la sculacciata. l’ha chiesta a 4 ragazze che, dopo la promessa di offrir loro da bere, l’hanno sculacciato per davvero. 4 pallanuotiste, quindi diciamo che le pacche deve averle sentite abbastanza bene.

stravolti ed infiammabili, abbiamo fatto la pausa-dance.
tutti in pista per una lenta ed inarrestabile agonia. verso le quattro e mezza, è scattata la regola del ‘ciascun per sè e Dio per tutti’: ruggero stava già dormendo sul furgone da un pò, io e andre abbiamo incontrato loredana, nota barista brasiliana di un bar vicino a dove lavoro io, ragazza bionda e molto disinibita, molto parsimoniosa e ristretta nel vestire, curve generose, occhi azzurri, balconatissima, 250euro trattabili, faccio palo. poi, chi è tornato a casa sempre in bici, chi è rimasto a farsi una piadina, chi s’è perso chissà dove ma almeno le bici me le ha riportate a casa quasi sane e salve.
sms dal lory: dopo due giorni, ho capito di chi sono le bici che ho in garage: sono tue.

update:
dopo 5 giorni ho saputo che il curzo, nel tornare a casa mia a mettere giù la bici, è volato in terra.
ecco perchè una delle mie bici aveva il manubrio tutto segnato e il sellino mezzo rotto.

vado matto per i piani ben riusciti.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: