…e tre

…e anche il teo è andato. in bocca al lupo ragazzi!!!

brava cristina, ce l’hai fatta.
è stato tutto perfetto, dalla cerimonia in chiesta, veramente fresca e carina, al ricevimento: ottimo cibo all’inizio, grandi danze scatenate dopo. il tutto sostenuto dall’alcool, che aiuta all’abbisogna.

poco importa se alla fine voi non sapevate come tornare a casa,
poco importa se avete rischiato di passare la prima notte su un marciapiede, col teo scalzo e ubriaco (neanche tu eri proprio sanissima) e senza soldi per pagare il taxi di fortuna… poco importa se il bagnino voleva assolutamente che ci bagnassimo i capelli per entrare in piscina, pena la morte o altre cose brutte… e molto importa che, a fatica, qualche buon colpo a beach volley sono anche capace di farlo…

la regola di “un anno ciascuno” è stata rispettata: 2009-gallo, 2010-lory, 2011-teo. i pronostici sull’ordine sono stati sbagliati, la cadenza annuale no… rimaniamo io, il curzo e l’ire.

ritornando alla festa, scusate se con il curzo abbiamo organizzato approssimativamente qualche gioco, poteva andarvi ben peggio, lo sapete. perdonateci anche il fischietto: era per te cristina, avresti trovato il modo migliore per usarlo se matteo in un tempo record non se ne fosse appropriato. e quando il tuo fastidioso e dispettoso marito me l’ha fischiato fortissimo nelle orecchie e subito dopo mi ha detto: “diventi vecchio, farmi avere un fastidiosissimo fischietto è un errore che in passato non avresti mai commesso!”, scusa cri se ti ho preso la mano e mostrandogli l’anello gli ho risposto:

“neanche tu questo!”…