curriculum vitae

…ma non è tanto la notizia arrivata durante le vacanze.

è la notizia arrivata di per se.
che l’azienda in cui lavoro (…lavoravo?) fosse messa male lo si sapeva, da qualche anno. però era sempre riuscita a stare in piedi. quindi se il fallimento può essere oggettivamente lecito, più strana suona la tempistica, improvvisa, troppo improvvisa per essere davvero normale. ma ricevere la notizia che la tua azienda è fallita 3 giorni dopo che sei arrivato in campeggio per le tue strameritate ferie può abbattere.

mi sono trovato di fronte ad una scelta:
preoccuparmi, straziarmi, disperarmi perchè verosimilmente non avevo più un lavoro oppure sbattermene altamente il cazzo e godermi quelle tre settimane di fidanzata, sole, oceano, campeggio, surf. poi il mio rinomato cinismo e la mia alta formazione alla ‘scuola-genova’, dato che il campeggio era già tutto pagato, mi hanno fatto propendere decisamente per la seconda ipotesi.

poi non voglio stare qui a sindacare chi,
come, cosa, dove e soprattutto perchè. lo stato dei fatti è che questo fallimento impone una svolta, per tanti motivi. in effetti, da qualche mese a questa parte la mia vita è stata tutta una svolta (positiva), direi che mancava solo il cambio di lavoro. che non mi sarei mai sognato di abbandonare il mio posto li dentro, ma tant’è.

quindi aggiorniamo il curriculum vitae e mettiamoci in cerca.
è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago che trovare un buon lavoro, oggi. se poi consideri che il suddetto cammello si è letteralmente rotto il cazzo di passare per quella stramaledetta cruna dell’ago, abbiamo tutti ben chiara qual’è la situazione. fortunatamente ho qualche buon contatto da sfruttare, che non è detto voglia dire che ho già il lavoro pronto, ma è un buon punto di partenza per non partire proprio alla cieca.

risolto questo problema,
che non è detto che si risolva subito, anzi, fra meno di un anno ce ne sarà da risolvere un altro. meno male che la storia della casa l’abbiamo già risolta, anche se un pò di riffa e di raffa. a quel punto, forse, potremmo dare vita a qualche altro progetto, un pò più in grande. sempre che le situazioni lavoro non si sistemino abbondantemente prima…

…anche se nessuno assume al momento,
anche se è tutto fermo, l’azione al momento è farsi conoscere. sono bravo, intelligente, qualcuno dice non bello ma costo relativamente poco, non sporco e, se sporco, lo faccio nelle apposite toilettes.

ma questo mi sa che sul curriculum non lo scrivo.